ORDINANZE

18 Febbraio 2020

#CARNEVALESICURO, EMESSE ORDINANZE CONTRO L’UTILIZZO DI BOMBOLETTE SPRAY E VENDITA DI BEVANDE IN VETRO O LATTINA

Garantire l’ordine pubblico ma soprattutto la sicurezza e il divertimento dei bambini”. Con le ordinanze n. 2 e n. 3 del 17 Febbraio 2020 il Sindaco Antonio Giuliano ha disposto il divieto di detenzione, consumo sul posto, somministrazione e vendita per asporto di qualsiasi bevanda in bottiglie e/o bicchieri di vetro o in lattina, in occasione della 34esima edizione del “Carnevale Giffonese”.


Il divieto sarà in vigore nei giorni 23 e 25 febbraio e domenica 1 marzo 2020, dalle ore 14.00 alle ore 24.00, per tutelare l’incolumità pubblica, evitando qualsiasi potenziali pericoli per la collettività. L’Amministrazione Comunale confida nel senso di responsabilità sia degli esercenti di attività di servizio al pubblico e dei clienti affinchè vengano rispettate le ordinanze emesse.


Inoltre, sempre per l’intera durata della manifestazione, sarà vietata la vendita nonché la detenzione e utilizzo di bombolette spray, fatta eccezione di quelle contenenti le stelle filanti. Una misura preventiva, per evitare ripercussioni negative per l’incolumità pubblica e garantire ai più piccoli il divertimento per un Carnevale che sia sinonimo di festa ma soprattutto di sicurezza.

 

DI SEGUITO LE ORDINANZE:

DOC170220-17022020113033

DOC170220-17022020113009

 

 

Ultimi articoli

NEWS 8 Aprile 2021

DIGITALIZZAZIONE, ONLINE LA PIATTAFORMA PER IL SUAP. IL SINDACO GIULIANO: “SNELLIRE LA BUROCRAZIA E RENDERE  PIU’ RAPIDO IL DIALOGO FRA CITTADINI E TECNICI”

Il Comune di Giffoni Valle Piana compie un nuovo passo verso la digitalizzazione dei propri servizi.

ORDINANZE 31 Marzo 2021

ORDINANZA SINDACALE N.1 DEL 31 MARZO 2021 – MISURE URGENTI PER FRONTEGGIARE L’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19

Con l’Ordinanza Sindacale n.1 del 31 Marzo 2021, il Sindaco Antonio Giuliano ORDINA – per i giorni Domenica 4 aprile (Santa Pasqua) e Lunedì 5 aprile (Lunedì dell’Angelo) 2021 la chiusura al pubblico di tutte le attività commerciali, comprese quelle di generi alimentari (supermercati, macellerie, bar e similari), ad eccezione delle attività di vendita di carburante per autotrazione, di combustibile per uso domestico e per riscaldamento, delle edicole, dei tabaccai, dei fiorai, delle farmacie e delle parafarmacie; – è consentita la sola vendita per asporto e consegna a domicilio di prodotti alimentari legati alla ristorazione (ristoranti, pizzerie, paninoteche, pasticcerie, ecc.

torna all'inizio del contenuto