DISPOSIZIONI IN MATERIA DI DECERTIFICAZIONE

Ai sensi dell’art. 15 della legge 12.11.2011, n. 183 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato(legge di stabilità 2012 )”, a partire dal 1° gennaio 2012, le certificazioni rilasciate dalle Pubbliche Amministrazioni in ordine a stati, qualità personali e fatti(stato di famiglia, residenza, cittadinanza, stato libero, stato vedovile, godimento diritti politici, esistenza in vita, nascita, matrimonio, morte etc.)sono valide ed utilizzabili solo nei rapporti fra privati.
          
Nei rapporti con gli organi della Pubblica Amministrazione ed i gestori di pubblici servizi, i certificati SONO SEMPRE SOSTITUITI dalle autocertificazioni e dichiarazioni sostitutive di atto notorio, rese ai sensi  degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 445/2000.
          
Tutti i certificati diretti a privati sono RILASCIATI IN BOLLO. L’esenzione è prevista per alcuni usi specifici.

Conseguentemente, a far data 1° gennaio 2012, le  Amministrazioni pubbliche(ad eccezione dei Tribunali per casi specifici) ed i gestori di pubblici servizi non possono più accettare nè richiedere  certificati in ordine a stati, qualità personali e fatti né possono richiedere atti o certificati contenenti informazioni già in possesso della Pubblica Amministrazione.
              
Al posto dei certificati l’interessato può presentare un’autocertificazione, cioè una propria dichiarazione sottoscritta fatta direttamente presso chi la richiede.
             
Per quanto attiene il luogo e data di nascita, cittadinanza e residenza  basta l’esibizione di un documento di identità.
               
 Costituisce violazione dei doveri d’ufficio la mancata accettazione delle dichiarazioni sostitutive di certificazioni o di atto di notorietà da parte del dipendente addetto.
   Sul sito del Comune(www.comune.giffonivallepiana.sa.it) – alla pagina autocertificazioni è disponibile la necessaria modulistica per ogni tipo di autocertificazione.

 

Stampa

 

 
 
 
 
video